Gli Zingari di Via dei Randagi 23 - Buenos Aires

from by Jay Zonta

/
  • Streaming + Download

    Includes unlimited streaming via the free Bandcamp app, plus high-quality download in MP3, FLAC and more.

      €1 EUR  or more

     

about

Questa è una canzone nata su una “fantasia”.. la fantasia di trovarmi a vivere come menestrello per le strade di Buenos Aires.. e le cose non potrebbero andare sempre bene (anche se è una fantasia) quindi durante una classica giornata da menestrello italiano per le strade di Buenos Aires si presenta innanzi a me il giovane figlio del mafioso della città il quale, al fine di mostrarsi all’altezza del cognome che porta e con le carte in regola per intraprendere “la carriera nell’azienda famigliare”, mi prende e mi rompe la chitarra! ..e ‘mò?!
A questo punto perderei la testa, sto vivendo di questo, cazzo! E senza motivo mi distruggi la mia fonte di vita!? Ok, lo ammazzo di botte! ..cattiva idea..: il figlio de.. sono solo.. straniero.. avrei la mafia di Buenos Aires contro.. Buenos Aires.. il sud America..
Meglio che glielo chieda educatamente..

lyrics

Perché mi hai distrutto la chitarra?
“perché io sono il dio qui e tu non c’entri niente con questa città!”
Ma non credo che dio sia un coglione
Lui è come me e te: un uomo che “canta” la sua strada cercando umanità

Un uomo che ama la risata, il cibo e l’amore e..
..finché non si capisce l’immensità del silenzio credo che comunque approvi la musica del cuore..

io sono qui, sì, nella vostra città
ma voglio solo colorare l’aria con ciò che mi germoglia nell’anima
non ho turbato la tua donna o colpito la tua famiglia
né macchiato il tuo vivere né fecondato tua figlia
quindi non capisco perché un menestrello di strada
non possa discutere col vento della passione di cui è preda!?

E allora dai ti racconto la storia tanto ormai la chitarra è distrutta
E bruciarti vivo mentre ti sputo lascerebbe la mia rabbia intatta
E allora dai ti racconto la storia che comunque t’avrei raccontato..
.. di quanto le certezze mi creino dubbi e mi lascino turbato..

Canto perché non capisco il senso di essere pedina di un ammutinamento
una mano tesa non è più per aiutare per rispetto o per accarezzare
Ed il fine di questa è solo l’ inizio di un coinvolgimento
Verso un errore consolidato nel tempo: “POTERE DA GUADAGNARE”

E perché se la ruota continua a girare per finire allo stesso punto
Nessun sangue inutilmente versato riesce ad esservi un pelino da spunto
L’immortalità del fallimento e la gente che muore per sopravvivere
Non ti fanno aprire gli occhi per l’umanità che non riesce ad essere!
Ogni persona è oro di vita, diamante infinito di bellezza
La soluzione è proprio questa: ascolta il cantico dalla sua brezza

Un “Gesù” dice che non ci sono poteri buoni..
Quanta tristezza volete ancora seminare per non farci seppellire da coglioni!?

Ma la soluzione sai che non può essere immediata
Il marciume seminato nel tempo è benzina per l’ipocrisia infuocata
Ne sono passati di profeti.. alcuni apprezzati vivamente..
..ma le pecore anche se libere in un prato seguono il pastore che mente!

Come faccio a non cantare se non condivido la politica
Ma una posizione la prendo certo: la vita è fantastica!
Partendo dal vento con il quale condivido un’idea:
“non soffio solo quando devo baciare la marea!”..

..al chiaro di luna sono dentro di te..
Salvami ‘o dea,
Salvami!!!

credits

from Gli Zingari di Via dei Randagi 23, track released January 11, 2013

tags

license

all rights reserved

about

Gli Zingari di Via dei Randagi 23 Bassano Del Grappa, Italy

contact / help

Contact Gli Zingari di Via dei Randagi 23

Streaming and
Download help